Dal tessuto al vestito: fashion atelier all’EYU

Dal tessuto al vestito: fashion atelier all’EYU

“Mi piacerebbe imparare come si fanno i vestiti”, “Vorrei sapere di cosa sono fatti!”. Una delle prime “missioni” delle nostre insegnanti Early Years (la scuola dell’infanzia, parte del Primary Years Programme) è quella di assecondare la curiosità dei bambini. Perché è guidandoli a partire dalle loro domande che si trova la strada giusta per scoprire il mondo. E se pensate che ci siano cose troppo difficili da spiegare o da insegnare, non è così.

Bambini che creano e cuciono i loro vestiti? È possibile. Nelle scorse settimane, tra gli atelier creativi proposti dalle nostre insegnanti, c’è stato anche quello di Fashion: assieme a Vicky Cheban, i bambini hanno dapprima indagato cosa già sapevano sui vestiti e sulla moda (“Moda vuol dire vestirsi per tenersi caldi”, ha detto Lorenzo), e hanno poi capito quali erano le cose che più volevano sapere o imparare sui vestiti (“Da dove arrivano i brillantini sulla mia maglietta?”). Hanno anche imparato a vestirsi da soli e il nome dei loro vestiti cantando la canzone “This is the way we get dressed in the morning”, aiutandosi a vicenda dimostrando di essere “caring”. Tramite un gioco educativo sull’iPad hanno poi rinforzato il loro vocabolario riguardante i vestiti e le parti del corpo, e hanno letto un libro su come si fa il cotone, sorprendendosi nello scoprire che arriva da una pianta.

Sempre utilizzando gli iPad a loro disposizione, hanno disegnato gli sketch dei loro vestiti e sono riusciti poi a realizzarli loro stessi, con metro ago e filo in un viaggio che li ha portati alla scoperta dei materiali (quali sono caldi? Quali sono leggeri?) e dei tanti tipi di vestiti che possiamo trovare nel nostro armadio.

Durante l’atelier i bambini hanno avuto modo di sviluppare le loro capacità di collaborazione e comunicazione, aiutandosi l’un l’altro e chiedendo agli adulti della scuola cosa fosse la moda secondo loro. Hanno inoltre raffinato le loro capacità motorie con il cucito e dato voce alla loro creatività. Importante per la didattica IB anche il momento di riflessione alla fine dell’Atelier. Nicolò ha detto “I do the T-shirt. I learn a mettermi le scarpe da solo. I learn what is the cotton and what is not. I learn che cotton is a plant and wool viene dalle sheep. Plastic da petrolio sotto il mare. I like best do the T-shirt”.