La scuola a casa: il racconto degli H-Parents

La scuola a casa: il racconto degli H-Parents

Ciao a tutti, io sono Veronica, mamma di 3 bimbi (Olivia, in Busy Bees, e Seb, in prima elementare, piú un piccolino di un anno e mezzo) e vice presidente del notro caro PTA a scuola (che é un po' scomparso ultimamente, ma che si rifarà sentire presto..).

Mio marito continua a lavorare in questo periodo (la sua azienda, assicurando un servizio indispensabile al settore alimentare resta aperta), io invece ho potuto interrompere i progetti di lavoro per poter essere, in queste giornate, solo nella versione mamma... sono molto fortunata per questo.

L'isolamento, la gestione dei bambini e della scuola é stata molto complicata all'inizio, ma siamo riusciti ora a construire una routine molto appagante e eccezionale. 

La prima settimana tentavo di applicare regole e ritmi normali a questa situazione straordinaria con un livello di esigenza molto, troppo alto... dopo 5 giorni, penso per sopravvivenza, ho imparato a "lacher prise" e a accettare un contesto imposto approfittando di questi momenti preziosi per vivere un periodo "eccezionale" con i miei bambini.

L'online learning, non sempre facile a causa della limitatissima autonomia dei miei bimbi piccoli, è una bellissima esperienza che facciamo insieme. Sono ancora più contenta di avere scelto una scuola con un approccio diverso e basato su esperimenti, canzoni etc.. perché questo ci permette di fare le cose tutti insieme! (Un enorme GRAZIE veramente sincero alle nostre super maestre che fanno un lavoro immenso e fantastico)

Non nego che la motivazione dei bambini non é sempre al massimo, che mi permetto di scegliere a volte cosa fare e cosa tralasciare, e che la scorta di premi di carte pokemon e LOL sia molto utile di questi giorni... (sorry Miss Andrews.. lool), ma globalmente credo che questo periodo ci stia permettendo a tutti di riscoprire tutte quelle cose che la vita "normale" (ultrarapida e con troppi stimoli per noi e per i bambini) non ci permetteva di vedere. Questo periodo credo e spero porti a rivalutare e rafforzare le relazioni umane, a capire il limite e il vero ruolo della tecnologia, e, infine, a capire il valore di tutti i commercianti e dell'economia locale... spero che questo approccio riusciremo a portarlo tutti con noi anche dopo questo duro periodo.

Ne approfitto per salutare tutti i genitori, che spero di rivedere presto!

Veronica